Voce alla Città

Movimento Civico Tolentino (MC)

INFORMATORE CITTADINO GENNAIO ’09 L’intervento del capogruppo di VOCE ALLA CITTÀ CARLA DOMIZI

Dopo un anno e mezzo di mandato cerchiamo di fare un bilancio del percorso intrapreso e di fare alcune considerazione insieme a chi ci legge.

Da luglio è partita, anche nella nostra città, la raccolta dei rifiuti porta a porta, questa nuova modalità ha consentito una differenziazione di oltre il 70% ed è la prova che i cittadini stanno cambiando le loro abitudini e stanno rispondendo in modo responsabile perché hanno ben capito che quanto più si riutilizza e si ricicla tanto

meno arriva nella nostra discarica di contrada Collina.

Riteniamo che i cittadini debbono essere di nuovo ascoltati per recepire suggerimenti, per superare difficoltà e per chiarire dubbi in modo da superare il buon risultato già raggiunto.

Da circa un anno nei nostri rubinetti scorre l’acqua del Nera ed anche questo crediamo sia un ottimo progetto portato finalmente a termine.

Questa estate purtroppo si è verificato un grave episodio di inquinamento idrico in una zona della nostra città. Istituendo una commissione di inchiesta su questi fatti crediamo di aver dato un’altra prova di serietà e di massima attenzione.

Da quella commissione, costituita dai consiglieri Alessia Pupo, Francesco Massi, Donatella Pascucci , Bruno Prugni e Carla Domizi, sono emerse delle criticità sia nella gestione interna della ASSM, sia nella comunicazione, in primis al Sindaco, ed immediatamente dopo a tutti i cittadini coinvolti, di quanto stava accadendo e di quali provvedimenti prendere per evitare ulteriori danni.

Voce alla città, comprendendo la gravità di quanto accaduto, pretende che si provveda in tempi certi ad attuare quanto necessario perché tali episodi non si verifichino di nuovo.

Ci riferiamo all’emissione di un protocollo interno alla ASSM da divulgare dai vertici fino all’ultimo dei dipendenti, che detti le procedure da adottare in casi di emergenza, alla stesura di una carta dei servizi che certifichi sicurezza e qualità dell’acqua ed infine ad un monitoraggio serio dei pozzi di privati esistenti nel nostro territorio. Crediamo che su questi tre punti non ci sia stata la giusta attenzione e che l’ASSM stia procedendo con molto ritardo.

Dobbiamo inoltre essere consapevoli che il nostro Comune, nonostante abbia sempre meno risorse, continua ad assicurare buoni servizi per esempio nella casa di riposo, negli asili, nelle

scuole materne e nel centro arancia. Tutto ciò inoltre a tariffe minori se paragonate a quelle applicate da altri comuni limitrofi.

Tra qualche giorno dovremo iniziare a parlare di bilancio preventivo per il 2009, ci aspetta una discussione molto complessa. Per quello che ci riguarda cercheremo di riaffermare quanto già dicevamo a febbraio quando parlavamo del bilancio per l’anno in corso .

Noi riteniamo indispensabile ripensare questo bilancio, capacitarsi della grave crisi che ci aspetta e che fino ad ora ci ha dato solo un anticipo. Conoscendo i dati economici delle nostre imprese non possiamo ignorare il ricorso alla cassa integrazione con un incremento del 150%, dobbiamo fare una analisi realista delle nostre risorse e dei nostri obiettivi.

Siamo fermamente convinti che occorra rivedere alcuni servizi che il Comune offre ai cittadini, rimodulando le tariffe, evitando sprechi e cercando di razionalizzare i costi. Tutto questo in un’ottica da cui non possiamo trascendere, chi più ha più deve pagare!

Rivedere anche la politica fiscale, ritoccando ad esempio l’aliquota dell’addizionale comunale inserendo maggiori esenzioni per mitigare l’aumento applicato a partire dal 2008.

Se non affronteremo questi temi con franchezza, serietà e senso di responsabilità non troviamo neanche le parole per fare gli auguri per il Natale e per l’anno che verrà. Non vogliamo proclami, articoli sui giornali e convegni specifici, il nostro impegno si deve concretizzare nelle delibere che il Sindaco e la Giunta adottano ogni settimana. In questo momento così difficile per molte famiglie non c’è bisogno di solidarietà “pelosa” o di buonismo stucchevole, ma di scelte coraggiose

e giuste, per tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 gennaio 2009 da in NEWS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: