Voce alla Città

Movimento Civico Tolentino (MC)

Il PD non ci metterà il bavaglio

Con l’epurazione di Voce alla Città dal governo di Tolentino, il Partito Democratico e il Sindaco Ruffini hanno scritto una delle peggiori pagine della politica locale.

Siamo di fronte ad una manovra di potere del PD che ha un duplice scopo: riappropriarsi della delega dell’urbanistica, affidata per la prima volta ad una lista civica, per poter gestire senza “troppi intralci” lo sviluppo urbanistico ed edificatorio di Tolentino e nello stesso tempo mettere a tacere l’unica Voce critica e scomoda che non si è piegata all’egemonia del PD e si è “permessa” di ragionare sulle questioni, approfondire i temi, proporre soluzioni di buon senso, all’insegna della sobrietà e della trasparenza.

A questo si aggiunge la richiesta di dimissioni del Presidente del Consiglio Gianni Principi, giudicato da tutti imparziale ed equilibrato,“colpevole” di far parte di Voce alla Città, di aver promosso iniziative che hanno “oscurato” altri personaggi della politica e soprattutto di non essere stato disposto a lasciare il suo movimento come auspicato dal PD e dal Sindaco.

Non è casuale che la mozione di sfiducia sia stata presentata all’indomani dell’inaspettato passaggio di Baldino Tiberi al gruppo misto.

La mistificazione delle “4 sfiducie politiche della Voce alla giunta Ruffini” è l’ennesima trovata mediatica del PD per nascondere la verità, cioè che le nostre critiche sul bilancio erano serie, riguardavano problemi veri dei cittadini e, talvolta, perfino condivise anche da alcuni consiglieri del PD:

– contenimento delle spese per effimere iniziative della cultura e dei servizi sociali per impiegare quelle risorse per nuove attività sociali, per la manutenzione delle strade e degli impianti sportivi esistenti,

– impegno convinto e deciso per la vendita di immobili non strategici del Comune per reperire fondi per il recupero del Politeama Piceno e per la realizzazione di nuove ed utili strutture pubbliche,

– maggiore coraggio e tempestività nelle scelte sulla viabilità, con la risoluzione del pericolosissimo incrocio in via Nazionale e dell’intasamento del Ponte di Mancinella, investimenti per le piste ciclabili e il Parco fluviale urbano del Chienti,

– avvio immediato della costruzione dei nuovi campi da tennis nella zona Sticchi per fare spazio alla palestra delle Scuole Superiori riqualificando a verde pubblico l’area “formaggino” .

– ridimensionamento del faraonico progetto da 35 milioni di euro della cittadella dello sport per commisurarlo alle esigenze della nostra città e comprendervi la manutenzione degli impianti attuali e la realizzazione di almeno una nuova palestra per le scuole King o Grandi come promesso agli elettori.

Rigettiamo con decisione il tentativo del PD di far credere che tutti i ritardi accumulati in tre anni di governo siano imputabili a Voce alla Città.

I cittadini sapranno distinguere le responsabilità di chi, in nome della ritrovata e sbandierata coesione, a giugno 2010 è andato a caccia di “poltrone” ed incarichi, rispetto all’impegno di chi ha cercato di resistere per fare il bene comune e per questo è stato cacciato dal governo della città.

Noi ci saremo e continueremo a rappresentarvi al meglio, il PD non ci metterà il bavaglio e la nostra VOCE sarà sempre più assordante.

Tolentino 15 giugno 2010

Movimento Politico Voce alla Città

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15 giugno 2010 da in NEWS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: