Voce alla Città

Movimento Civico Tolentino (MC)

Alluvioni in Liguria e Toscana: a Tolentino come siamo messi? potrebbero accadere fatti simili?

Mentre a Genova si continua a spalare il fango e a seppellire i morti in tutti noi cresce il senso di tristezza, impotenza ed inadeguatezza. Il nostro pensiero va alle popolazioni liguri e toscane, ma responsabilmente dobbiamo fare una riflessione che riguarda anche casa nostra.

Avendo in mente certi dati nazionali come le ipotesi di ulteriori condoni edilizi, l’abusivismo diffuso, la scarsissima prevenzione, il censimento delle frane fermo all’anno 2000, gli scandali sulla gestione dei “grandi eventi” da parte della Protezione Civile, le cricche di imprenditori sempre più ciniche e voraci, le grandi opere che mangiano il territorio e sono di dubbia utilità, spostiamo l’attenzione sulla nostra Tolentino.

A casa nostra come siamo messi? potrebbero accadere fatti simili a quelli di Genova?

Per rispondere proponiamo alcuni esempi.

Da anni cittadini proprietari di aree in contrada San Giovanni, nella zona nota come “la patata”, nonostante l’esistenza di evidenti rischi di frane, chiedono di edificare su una zona agricola destinata a parco urbano. L’iniziativa è ampiamente sponsorizzata sia del PD che del PDL, che non sembrano curarsi del fatto che nelle aree edificate circostanti è stato necessario effettuare interventi di consolidamento delle case esistenti, che “si muovono e scivolano”, e già oggi ad ogni pioggia intensa il fango arriva fino in viale Trento e Trieste.

Altra zona altra frana: zona Vaglie, nonostante onerosi lavori di consolidamento a tutela della sicurezza degli abitanti, nelle zone adiacenti si registrano ancora movimenti e smottamenti, eppure gli appetiti di chi vorrebbe edificare non si placano.

Infine: lottizzazione Flaminia, con abitazioni ed edifici pubblici costruiti a poca distanza dal Chienti, che sicuramente destano preoccupazione nel caso di gravi calamità ai bacini ed alle dighe a monte. Crediamo che ce ne sia abbastanza per riflettere seriamente!

Ci auguriamo che Tolentino sia più fortunata della Liguria e della Toscana (perché per come e per dove si è costruito solo la fortuna può soccorrerci), e che eventi disastrosi non avvengano mai. Diversamente sarebbe insopportabile veder riapparire quella disgustosa solidarietà “pelosa”, purtroppo profusa in abbondanza in queste settimane, magari proprio da parte di quelli che portano la responsabilità della gestione scellerata di un territorio fragile e bisognoso di cura e rispetto.

Tolentino 10 novembre 2011

Lista Civica Gente Comune

Lista Civica Voce alla Città

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 10 novembre 2011 da in NEWS, VARIANTE URBANISTICA "PATATA", VOCE e L'AMBIENTE.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: