Voce alla Città

Movimento Civico Tolentino (MC)

API: promesse, tanti danni e nessun impegno. LISTE CIVICHE MARCHE

 

Era l’11 luglio del 2011, quindi appena meno di un anno fa, quando con la solita enfasi che li contraddistingue, il Governatore Spacca e la sua Giunta davano informazione tramite il comunicato 568 dell’accordo raggiunto tra Regione e gruppo Api.

Accordo che vedeva in pratica il consenso da parte della Regione all’autorizzazione dell’impianto di rigassificazione in cambio della sottoscrizione di un nuovo accordo tra la Regione stessa ed il Gruppo Api. Accordo che faceva seguito a quello del 2003 che molti, già nel consiglio stesso, ritenevano ampiamente disatteso dal gruppo Api. Accordo che comunque vedeva tra gli obiettivi posti dalla Regione:

a) la garanzia della sicurezza dei lavoratori e della popolazione con realizzazione di opere di bonifica

b) la salvaguardia dell’occupazione

c) evitare ricadute negative sulle imprese locali e sul traffico del porto.

Il gruppo Api ribadiva ed assicurava tra l’altro il mantenimento dei livelli occupazionali per almeno 10 anni delle unità lavorative ed il consolidamento delle relazioni sindacali con le Rsu aziendali con particolare riferimento delle prospettive industriali del sito.

Liste Civiche Marche avevano da sempre esposto le proprie contrarietà a questo tipo di accordo in quanto ritengono che la dignità di un posto di lavoro non possa essere oggetto di una trattativa di accordo finanziario. Anche nella stessa maggioranza in consiglio vi sono stati dei distinguo, alcuni consiglieri avevano rifiutato di prendere in considerazione la sottoscrizione della costituzione di una fidejussione bancaria a favore della Regione qualora non fossero stati rispettati i termini dell’accordo sul mantenimento dei livelli occupazionali, sulla bonifica e sul consolidamento dei livelli di sicurezza.

Oggi il gruppo Api informa dell’imminente fermo della raffinazione, del fermo delle centrali elettriche con la messa in cassa integrazione dei lavoratori ad appena un anno della firma dell’accordo. Ancora una volta l’Api di Brachetti Peretti fa carta straccia degli accordi presi e noncurante delle ricadute in termini sociali ed economici del suo comportamento persegue una strategia aziendale di dismissione nei fatti del sito produttivo senza dover spendere una lira per la bonifica dell’area.

Quello che invece, ora come allora, non comprendiamo e su cui mai abbiamo avuto risposta nonostante le nostre ripetute sollecitazioni alle riunioni,è perchè la Regione crede ogni volta a ciò che l’Api promette ma poi metodicamente e scientificamente disattende!

Dire no al rigassificatore era dire no all’occupazione e noi marchigiani una crisi occupazionale di tale portata, dopo la crisi della Ardo, non ce la potevamo permettere. Questa era la litania che Spacca ed i partiti che lo sostengono hanno sempre cantato.

Inoltre tutta questa trattativa, sbilanciata scandalosamente a favore di API, non ha mai fatto accenno alle compensazioni dovute alla popolazione di Falconara. Questa città martoriata dalle scelte scellerate del gruppo industriale e appoggiate incondizionatamente dal potere amministrativo non ha mai ottenuto nessun risarcimento e, cosa ancora più grave, non è mai stato nemmeno affrontato l’argomento.

Ci dica ora Spacca come pensa di risolvere la situazione che si è venuta a creare e soprattutto quali impegni intende prendere nei confronti di Falconara, dei suoi abitanti e del suo territorio.

Una regione e le sue istituzioni umiliate, un territorio devastato, i sindacati offesi, i lavoratori licenziati, i cittadini di Falconara lasciati soli al loro destino.

Bella operazione Signor Presidente!!

Liste Civiche Marche

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18 giugno 2012 da in NEWS, VOCE e L'AMBIENTE.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: