Voce alla Città

Movimento Civico Tolentino (MC)

TAGLI ALLA SANITA’ REGIONALE

Aree_VasteE’ durata oltre 9 ore la seduta fiume della V Commissione Sanità della Regione, presieduta dal consigliere Francesco Comi. Qui sono stati esaminati i piani provinciali di riorganizzazione della rete ospedaliera, ma anche i possibili tagli per 5 miliardi di euro annunciati dal Ministro della Sanità Balduzzi..

Un vero e proprio “spiegamento di forze” per un tema cruciale come quello della sanità regionale, in un periodo di vera e propria fibrillazione vista la revisione della spesa proposta dal governo Monti. La discussione è stata introdotta dalle comunicazioni del Presidente Comi sui possibili tagli annunciati dal Governo nazionale, che potrebbe prevedere il taglio di 18.000 posti letto per dirottare risorse a favore dei servizi territoriali, con una media posti letto che si abbasserebbe da 4.2 a 4.0 per mille abitanti. Prevista anche la chiusura degli ospedali piccoli, considerati meno sicuri, costosi (con meno di 120 o 80 posti letto), oltre alla chiusura di 112 sale parto, ovvero quelle considerate meno sicure perché sotto lo standard di 500 nascite l’anno. Nelle Marche sarebbero a rischio 18 ospedali e altri posti letto, considerato che il Piano è stato tarato su 4.2 posti letto per mille abitanti.

Che fine faranno i nostri 18 ospedali ? e le promesse fatte dai nostri politici ed amministratori locali che ci dicevano “state tranquilli” che le nostre strutture non saranno chiuse anzi saranno rivalorizzate con la specialistica e per questo rese indispensabili per la nostra comunità; queste che fine hanno fatto ?

L’aver proceduto ad una razionalizzazione puntando sul presidio unico ci avrebbe dovuto preservare dalla chiusura del piccolo ospedale. Una struttura da 80 posti letto è un piccolo ospedale che non è in grado di offrire i servizi necessari; se però è una delle 8 sedi del presidio unico di Area Vasta 3, può offrire prestazioni specifiche e mirate che consentono un contenimento della spesa e una maggiore efficienza. In pratica riconvertire le funzioni delle strutture all’interno del presidio unico ci consentirebbe non solo di non chiuderle, ma anzi di usarle a livello ottimale.

Ma allora procediamo ! non credo che sarà possibile con le risorse disponibili salvare tutti e 18 gli ospedali, e qui operando dei tagli bisognerà assolutamente tenere in considerazione la validità delle strutture che abbiamo a disposizione e la loro efficienza, del personale che ci lavora e della sua ricollocazione, ma soprattutto dovremo tenere in assoluta considerazione la dislocazione di questi presidi, in una fase di riorganizzazione bisognerà tenere conto assolutamente delle distanze,ovvero un centro abitato non può avere l’ospedale a 50km oppure senza un adeguato collegamento con i servizi pubblici, non credo che solo i parenti muniti di automobile abbiano il diritto di far visita ai propi familiari.

Quindi per concludere diamo efficienza e specializzazione alle molte eccellenze che vivono all’interno dei nostri piccoli ospedali, puntiamo a costruire una rete di specialistica che non abbia doppioni all’interno delle singole realtà in maniera tale da razionalizzare le risorse economiche esistenti, senza sprechi, tessendo quella rete essenziale per la conformazione del nostro territorio, ma soprattutto essenziale per rispondere alle esigenze dei nostri cittadini e per operare essenzialmente per il Bene Comune.

Credo che la trasformazione di tutte e 18 le strutture esistenti o quelle che rimarranno dopo aver operato con i tagli, in regime di lungodegenza o in case protette per gli anziani sia assolutamente dannosa e non rispettosa delle promesse che fino ad ora i nostri politici ed amministratori locali ci hanno fatto, ma sopratutto danneggerebbe la nostra popolazione colpendola su una delle nostre priorità di vita, il bene della nostra salute.

Stefano Rossi

Coordinatore provinciale di Liste Civiche Marche

Per la provincia di Macerata

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 luglio 2012 da in NEWS, VOCE e l'OSPEDALE con tag .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: