Voce alla Città

Movimento Civico Tolentino (MC)

Nuovi Tagli all’Ospedale di Tolentino, ci sentiamo espropriati dei nostri diritti

“Ospedale di Tolentino da 69 a 10 posti letto per acuti, da 2 a 20 posti letto per malati lungodegenti”. “Trasformazione della struttura ospedaliera in Casa della Salute”.

Sono questi i titoli e le fredde cifre che leggiamo nei quotidiani locali riguardo il Piano Regionale di riorganizzazione sanitaria, insieme a voci ancora più gravi e allarmanti sulla soppressione del punto di primo intervento!

Ancora una volta la scure dei tagli alla sanità, definita impropriamente “razionalizzazione”, colpisce l’ospedale di Tolentino, presidio sanitario di riferimento per un distretto di 15 comuni che va da Loro Piceno fino a Monte San Martino. Una lunga agonia, quella del nostro ospedale, che dura oramai da decenni fatta di soppressioni di servizi e diminuzione di posti letto. Risale, per esempio, al 1996 la chiusura e l’accorpamento a Macerata del sanitàreparto di pediatria di Tolentino, fiore all’occhiello del nostro ospedale, una ferita ancora aperta per la città. Negli anni a seguire si è proceduto lentamente ma inesorabilmente ad un depotenziamento del nostro ospedale a cui è corrisposto spesso un accentramento di servizi verso Macerata.

Siamo consapevoli che i parametri imposti dal Governo a causa della grave crisi finanziaria rendono necessaria una ulteriore razionalizzazione della spesa, ma non possiamo accettare l’idea che razionalizzazione significhi sempre e solo tagli: quando c’è di mezzo la tutela e la cura della salute non si possono prendere in considerazione solo agli aspetti economici ma, invece, occorre tener conto delle esigenze primarie e fondamentali di ogni territorio a cui va garantito un adeguato e “paritario” livello di servizio a tutela della salute

Oggi ci viene prospettata una nuova pesantissima riduzione di posti letto, un vero e proprio smantellamento del reparto di medicina per malati acuti “riconvertito” in un piccolo reparto di lungodegenza.

Il nostro ospedale è una struttura indispensabile per l’equilibrato funzionamento della rete sanitaria provinciale e diciamo chiaramente che consideriamo un grosso errore continuare ad accentrare o mantenere reparti e servizi esclusivamente presso l’ospedale di Macerata ed impoverire ulteriormente gli ospedali considerati erroneamente “minori” come quello di Tolentino.

Noi crediamo che ad un buon progetto di riorganizzazione e riduzione di spesa deve corrispondere un miglioramento dei servizi per i cittadini. Quando attendiamo per ore ed ore al pronto soccorso di Macerata o dobbiamo aspettare mesi per una TAC o una prestazione sanitaria non ci sentiamo “riorganizzati” ma espropriati dei nostri diritti; e soprattutto ci indigniamo, come cittadini e contribuenti, quando ci dobbiamo rivolgere ad una struttura sanitaria privata per ottenere, in pochi giorni ma a pagamento, una prestazione che nella sanità pubblica dovremmo attendere per diversi mesi.

Ci sono altri modi per risparmiare senza penalizzare il buon livello dei servizi, bisogna, però, avere anche il coraggio di sperimentare nuovi modelli di organizzazione sanitaria che facciano della prevenzione e della creazione di una efficiente rete di servizi sul territorio i cardini della “riforma”. Esistono già validissimi esempi, anche in regioni a noi prossime, dove da decenni si è investito molto sulla prevenzione o sulle cure domiciliari o sono stati creati poliambulatori “Nucleo di Cure Primarie”, gestiti da medici di medicina generale e con la presenza di infermieri, a cui ci si può rivolgere, senza prenotazione né appuntamento, per prestazioni ambulatoriali e diagnostiche, certificati o prescrizioni urgenti sgravando così i pronto soccorso di tutti i casi meno gravi.

Non riusciamo proprio a comprendere perché ogni buon proposito verso questo modello, pure recentemente annunciato dal Ministro della salute, così come i ripetuti proclami relativi all’avvio di una seria verifica dei costi delle prestazioni e dei “materiali” sanitari rimangano sempre lettera morta e lascino il passo ai più facili e immediatamente praticabili “tagli”.

Tolentino 28 marzo 2013

Movimento Civico Voce alla Città Tolentino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: