Voce alla Città

Movimento Civico Tolentino (MC)

5000 firme per l’ospedale di Tolentino

Memoria di un’ azione semplice tra tanti blablabla

Tolentino Marzo 1996

   Mercoledì 28 febbraio abbiamo dato inizio al presidio ospedaliero. Alle 7.15 siamo entrati nell’ospedale con un tavolino, del materiale informativo, dei cartelli. una cassetta ospedale2per raccogliere opinioni. proteste e suggerimenti dai cittadini.
Le motivazioni che ci hanno spinto a presidiare sono diverse. Innanzitutto volevamo fornire alta cittadinanza un chiaro quadro della situazione dell’ospedale, una sorta di contro-informazione. La maggior parte delle persone continuava infatti a leggere sulla stampa locale i comunicati tran­quillizzanti del dott. Mario Candido che prometteva. e promette tuttora, il potenziamento della struttura di Tolentino, in questo affiancato magistralmente dal sig. Sindaco della nostra città Giuseppe Foglia che avallava tali promesse dando segnali di inspiegato ottimismo. La realtà dei fatti però era un’altra. Si stava assistendo giorno dopo giorno all’effettivo smantellamento dell’ospedale: chiusura di reparti, riduzione dei postiletto, eliminazione di servizi. E in cambio? Promesse, chiacchiere, come dire. ..nulla!ospedale3
Nello stesso giorno è cominciata la raccolta delle firme con una petizione articolata in 7 punti.
I cittadini hanno mostrato notevole interesse per la nostra iniziativa, come se avessero aspettato che qualcuno si fosse mosso. Alcuni ci hanno accusato di aver agito in ritardo, altri invece, più ottimisti, hanno visto nella nostra azione finalmente un segnale di concretezza. La raccolta delle firme è andata avantI per diversi giorni. Molti sono venuti in ospedale appositamente per firmare il documento, avendone avuto notizia dai giornali e dalla radio. I fogli sono stati poi distribuiti nei negozi, tra i cittadini, nei Comitati di Quartiere, tra le associazioni. Dal 28 febbraio al 12 marzo sono state raccolte circa 4700 firme che sono state puntualmente consegnate al Presidente della USL. all’Assessore Regionale alla Sanità ed al Presidente dott. Vito D’Ambrosio.
ospedale1Le nostre richieste non mirano a salvare tutto ad ogni costo. Siamo consapevoli che si rende necessaria una razionalizzazione delle risorse per offrire i servizi sanitari a minor costo. Sentiamo però di dover ribadire che quando si parla di salute non si può guardare solo al risvolto economico della questione senza tener conto delle esigenze prioritarie del territorio. Inoltre abbiamo come la vaga impressione che alcune delle decisioni che vengono prese sulle nostre teste siano in netta contraddizione con le tanto sbandierate esigenze di risparmio di denaro pubblico. Poiché la matematica non è un’opinione, ci sembra opportuno fare riferimento a dati numerici.
Prendiamo il caso ad esempio di Pediatria. Il reparto di Tolentino a fronte di 490 ricoveri e di personale corrispondente complessivamente a 11 unità ha avuto una spesa di Lit 742.000.000, mentre in quello di Macerata con un numero totale di 37 addetti per 428 ricoveri il costo è stato di Lit 2.169.000.000.
Secondo quale criterio il reparto pediatrico di Tolentino è stato chiuso?
Tanto per parlare ancora di soldi pubblici: perché non utilizzare come sede del Multizonale una struttura già esistente costata più di 3 miliardi ostinandosi a volerne costruire una simile a soli 10 Km di distanza?
La nostra iniziativa, pensiamo, ha avuto un notevole successo per quanto riguarda la partecipazione dei cittadini. Non è però piaciuta a coloro che sono abituati ad agire senza essere troppo disturbati. Ci hanno accusato di fare del terrorismo. Avremo anche delle idee un po’ particolari ma ci allarmiamo quando sentiamo dire che a Tolentino si farà medicina del lavoro sapendo che mancherà un presidio pediatrico che assicuri l’assistenza anche durante le ore notturne.

“State buoni” ci dicono “non vi agitate, ci siamo noi che pensiamo a tutto. Voi con le vostre alzate d’ingegno potreste incrinare i fragilissimi equilibri che noi, abili tessitori, siamo riusciti con fatica a costruire. Fidatevi, la mobilitazione di massa non serve a nulla, la politica è ben altra cosa!”. E allora che si smorzi ogni polemica ‘Ogni valutazione e ogni decisione competono a USL, Conferenza dei Sindaci e Regione, verso i quali nutriamo piena fiducia. Quel che più conta è chiudere la partita entro quest’anno, senza sprecare altro tempo ‘ (G. Angelozzi segretario del PDS di Tolentino, dal Resto del Carlino del 31 marzo 1996). Posizione, questa, che potrebbe costarci diversi miliardi. Ma torse è meglio non dirlo. Qualcuno, mosso da insano campanilismo potrebbe indignarsi!

Michela Compagnucci da Pagina prima -Primavera 1996-

Questa è la petizione popolare che 5000 persone di Tolentino e comuni limitrofi hanno firmato…

All’Assessore alla Sanità della Regione Marche Al Direttore Generale dell’Azienda USL 9

 Petizione popolare per il ripristino della funzionalità dei servizi e della struttura ospedaliera di Tolentino

 I sottoscritti cittadini preoccupati per la grave situazione in cui versano i servizi e le strutture dell’ospedale di Tolentino chiedono alle SS.VV. l’immediato ripristino della funzionalità, in particolare riguardo a:

1) Pronto Soccorso gestito da personale medico appositamente destinato (3 medici) almeno per le 12 ore diurne e collegato con il 118.

2)Adeguamento dell’organico medico e non medico, nei vari reparti, agli standard assistenziali attuali.

3) Pronto ripristino della vera sala operatoria.

4) Adeguamento del numero degli anestesisti per un’assistenza sub­intensiva post-chirurgica.

5) TAC e acquisizione di almeno altro radiologo.

6) Ripristino del servizio di pediatria per coprire anche le ore notturne e festive.

7) Recupero edilizio della struttura soprattutto per gli aspetti igienico­ alberghieri e impiantistici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 1 marzo 1996 da in NEWS, VOCE e l'OSPEDALE con tag .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: